Alcuni ristoranti a Milano

Milano è piena di ristoranti ma trovarne uno che soddisfi due requisiti di base: buono ed economico, non è così semplice. Se si cammina nel centro della città, tenendo in mano la guida della città si è con poca speranza. Dopo lunghe ricerche e non felici esperimenti ma con preziosi consigli della gente del posto, ne abbiamo selezionati alcuni di fiducia:

Caccialanza Bocciofila

Via Padova, 91 20127 Milano, tel. 02 2826059
Chiuso la domenica
Bocciofila “è il nome dato a chi ama e pratica giocare a bocce. Questo è venuto abbastanza di moda di recentemente in molti luoghi hanno preso questo nome senza il giusto senso. Ma questo locale non è cambiato in 50 anni, e ancora conserva un fascino come se il tempo si è fermato. Se ci andate in estate sareste seduti nel grande cortile circondato da altri ospiti allegri. Per il menù bisogna chiedere. Basta chiedere al cameriere….

Il Doge di Amalfi

Via Sangallo, 41 20133 Milano, tel.02 730286 Autobus 93, tram 5
Chiuso il lunedì
Se stai cercando un assaggio di “vera Italia”, secondo gli stereotipi, questo è il posto giusto. Una pizzeria rumorosa e affollata, che serve la migliore pizza napoletana di Milano, è un’ esperienza indimenticabile per i vostri palati e per le vostre orecchie. Prova a venire abbastanza tardi (dalle 21.00 in poi) per trovare la confusione al suo meglio. Questo è quando il proprietario si riscalda e dà il suo meglio, macinando e gridando qualcosa a tutti. Se sei pronto per esso si concentrerà immediatamente su di voi, dare i nomi nick e offrire un limoncello alla fine. Egli può parlare inglese e Dio sa quante altre lingue, e se non sei uno degli abitanti del posto si otterrà un trattamento speciale. E quando si pensa che non si possa ottenere messier, con il boss che grida, i camerieri che girano intorno ai tavoli e i bambini che urlano, c’ è il due musicisti, suonando ad alta voce alcuni brani popolari. Onestamente imperdibile. Si dovrebbe prenotare in anticipo, soprattutto se si sta andando nel fine settimana.

Da Giannino l’ Abruzzese

Via Rosolino Pilo, 20 20129 Milano, tel.02 2940 6526 MM1 Porta Venezia, tram 23

Il vero nome di questo ristorante è Da Giannino l’ Angolo d’ Abruzzo ma se stai chiedendo indicazioni stradali lo devi chiamare Giannino l’ Abruzzese e tutti lo capiranno. Situato in via Bixio, in una delle zone più eleganti della città, proprio alle spalle di Porta Venezia, sarete colpiti dal cambiamento di scenario mentre camminerete in questa “osteria” con un arredamento molto tradizionale. Per il primo piatto consigliamo il “tris di primi”, scelta sicura per il primo piatto che vi regala tre diverse paste in un unico piatto, e gli arrosticini regionali , ovvero spiedini di pecora magri serviti ottimamente.

Poporoya

Via Bartolomeo Eustachi, 17, +39 02 2940 6797 MM1 Lima, autobus 60
Aperto dalle 11:00 alle 23:00, dalle 18:00 alle 21:30. Chiuso domenica
Tel.02 295126635 – 02 29406797 web: www.poporoyamilano.com

Negli ultimi anni un numero crescente di ristoranti giapponesi è spuntato per le strade di Milano, da quelli più sofisticati con salotti minimalisti e atmosfere da vero giappone a quelli che offrivano la formula all-you-can-eat molto popolare. Tra questi due estremi c’ è un ristorante che è il primo aperto in Italia e, a mio avviso, il migliore (almeno a Milano). Si chiama Poporoya ed è stato aperto dal Maestro Shiro a Roma, vicino a Piazza del Popolo, da cui il nome. Questo è accaduto negli anni’ 70 e credo che sia stata una mossa molto coraggiosa. Dopo pochi anni si trasferirono a Milano e li è rimasto. E’ molto piccolo, c’ è un negozio all’ ingresso e camminando attraverso una porta tra gli scaffali si accede alla sala da pranzo: 4 tavolini e un bar di fronte al tavolo dove Shiro sta sapientemente tritando il pesce crudo. E’ un uomo molto gentile e sarà felice di intrattenervi. Il cibo, naturalmente, è sorprendente. Vai per il classico Sushi, o Sashimi, ma non saltare quelle strane specialità giapponesi che normalmente non troverai in un altro ristorante.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *